Oggi Ivo Penati, Help Desk in Agos S.p.a., ci racconta la sua storia.

Buongiorno Ivo ci racconti un po’ di te?

Mi sono diplomato come perito elettronico nel 1990 e da subito ho iniziato a lavorare come tecnico elettronico addetto al collaudo di apparati in radio frequenza, ponti radio, poi sono cresciuto fino a diventare coordinatore e supervisore della fase e dei processi della produzione industriale. Sono sposato da sedici anni ed ho una figlia di undici.

Qual è la tua più grande passione?

Sin da piccolo ho sempre avuto l’hobby dell’acquariofilia che tuttora coltivo e cerco di trasmettere a mia figlia.

Il tuo rapporto con il mondo del lavoro sino adesso?

Devo dire che la mia condizione di disabile non ha mai condizionato sia vita normale che quella lavorativa anche perché e per fortuna non ho nessuna limitazione fisica

Come hai conosciuto Jobmetoo?

Recentemente a causa di un licenziamento collettivo per crisi economica ho conosciuto Jobmetoo rispondendo ad un annuncio trovato in rete nei vari motori di ricerca dedicati

Come ti trovi nella tua nuova azienda?

Mi trovo molto bene: l’ambiente è professionale l’azienda si è resa disponibile qualora avessi necessità particolari ed i colleghi mi hanno accolto assolutamente in maniera positiva

Quale aspettative avevi in fase di colloquio? Sono state confermate?

E’ stato tutto molto rapido grazie a Jobmetoo. Nel giro di una settimana avevo già un contratto firmato in mano. Ci siamo trovati subito in sintonia grazie anche alla recruiter esperta che in fase di colloquio è stata molto sensibile e minuziosa nel cogliere tutti i miei aspetti personali e lavorativi poi riportati in modo efficace all’ azienda

Cosa ancora oggi manca nel mondo del lavoro per le persone disabili?
Sicuramente le parti che mancano di più nel mondo del lavoro per le persone disabili sono le infrastrutture, la sensibilità ma soprattutto la fiducia nella persona.

Parlaci della tua disabilità: come la vivi, come condiziona la tua vita e in cosa rappresenta una ricchezza.

Per fortuna la mia disabilità è minima e non influenza né la vita normale e né quella lavorativa quindi da un certo punto di vista è come un bonus in più per accedere al mondo del lavoro

Ritieni che il sito web di Jobmetoo offra un buon orientamento in relazione alla consultazione degli annunci? 

Con Jobmetoo devo dire che è stato tutto rapidissimo e al massimo della professionalità con tutte le attenzione del caso. Jobmetoo mi è stato vicinissimo con il massimo della trasparenza consigliandomi e indicandomi le giuste strategie comportamentali da adottare in fase di colloquio con l’azienda

Hai riscontrato delle differenze che ti hanno colpito rispetto ad altri siti di offerte di lavoro? Se sì, quali?

Il sito di Jobmetoo è molto strutturato, all’ inizio la compilazione del form di ingresso con l’inserimento di tutti i dati può risultare un po’ impegnativo ma poi è di sicuro vantaggio in fase di selezione

 

Condivisioni

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO