Buongiorno amici del blog di Jobmetoo!

Date le numerose segnalazioni ricevute dagli altri studenti con disabilità, provenienti da tutta Europa, ho pensato che sia una cosa utile ed importante l’idea di creare  un’associazione a livello europeo, al fine di permettere ai disabili di iniziare o continuare i loro percorsi di studio universitari, nonostante le loro difficoltà economiche. Infatti, come vi avevo preannunciato, l’idea  è stata pubblicata, attraverso un articolo su Superando. Questa idea nasce dall’esigenza di dare una pronta risposta agli studenti con e senza disabilità, i quali a causa delle difficoltà economiche si trovano nella situazione di dover rinunciare ai proprio studi Universitari.

L’associazione a livello europeo ha la finalità di sovvenzionare, attraverso delle borse di studio le carriere di studio delle persone disabili. Inoltre è risaputo che gli studenti con disabilità, devono affrontare spese più significative, rispetto ai loro colleghi non disabili (spese per l’assistenza personale, spese di digitalizzazione dei libri, ausili particolari). L’idea dell’associazione è quella di sopperire ad una carenza di investimenti sulla disabilità, da parte delle istituzioni europee e nazionali. L’associazione ha l’obiettivo di dare risposta ai cittadini con disabilità desiderosi di iniziare e continuare la loro carriera universitaria. All’intero dell’associazione collaborano anche gli studenti con disabilità, aiutando gli altri utenti con disabilità, fornendo la loro esperienza  e dei consigli appropriati.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate di questa mia idea!

English version

 A European association for students with disabilities

I received a lot of complaints from students with disabilities coming from all over Europe, for this reason I think it useful to establish a new European association. The association will allow people with disabilities to start or continue their study careers, even if they have very high financial problems. My idea is published  in  another article, on the   www.superando.it website (find attached the English translation of the article). This idea originates from the necessity to  give an answer to the needs of students with and without disabilities, who, because of their high financial problems, are forced to reject the opportunity to study abroad. The goal of the European association is to give scholarships to students with disabilities throughout their study careers. We know that students with disabilities have more considerable expenses to meet than their colleagues without disabilities (i.e. expenses for the digitalization of their books, personal attendance and aid equipments). The idea of the association is to give a fast solution because the institutions do not invest enough money on disability issues at the EU and national levels.  The  aim of the association is to take care of the needs of citizens who wish to study at university. In some cases there are also issues related to a disability and the specific job that the person would like to do. The association will take advantage also of the cooperation of  people with disabilities, who can help other users with disabilities: the students with disabilities can offer they experience and other appropriate advice. I would like to know your opinion about my idea, what do you think about its feasibility?

 

Come fare per poter continuare quel percorso di studi europeo?

Condivisioni
Mi chiamo Arianna Colonello, sono una ragazza italiana, ed attualmente vivo in Olanda, per motivi di studio. Attualmente sto studiando, al fine di conseguire un Master in diritto Europeo, con specializzazione in diritti umani ed migrazione, presso la Radboud University (Nijmegen, The Netherlands). Inoltre sono stata selezionata, come Student Ambassador, da parte di StudyPortals. Il fine di questo programma è quello di incoraggiare gli studenti a studiare all’estero. Il mio sogno al conseguimento del mio Master è quello di proseguire gli studi con un dottorato di ricerca sui diritti dei disabili. L’esperienza olandese è la mia seconda esperienza estera. La mia precedente esperienza si è svolta al Parlamento Europeo, dove ho svolto un tirocinio nella sede di Bruxelles. Mi sono occupata di ricerca per la protezione dei diritti dei disabili, mi sono occupata altresì di organizzare, assieme ad un Parlamentare Europeo ed il suo assistente, un evento legato alla disabilità ed il mondo del lavoro. Il mio sogno è quello di diventare una persona socialmente influente per aiutare gli altri ad avere un ruolo sociale. Mi piace tantissimo creare, scrivere, leggere, viaggiare, imparare, studiare. Inoltre sono ipovedente dalla nascita, ma la mia disabilità non mi impedisce di sognare ed essere me stessa.

7 COMMENTI

  1. MI SEMBRA UN’OTTIMA IDEA E ANCHE UN PO’ DIFFICILE DA REALIZZARE MA, CREDO CHE CON LA DOVUTA TENACIA, TU POSSA FARCELA. BUON LAVORO ARIANNA!!”

  2. Ottima idea. Si potrebbe creare u’associazione simile a certe fondazioni americane filantropiche. In Italia ci sono tante persone anziane che aiutano figli e nipoti per gli studi o per coprire le loro necessità finanziaria dovute alla mancanza di lavoro. Ci sono anche tante persone anziane che vorrebbero lasciare in eredità una casa (che si può rivendere od affittare) oppure investimenti a qualche associazione benefica. In Italia ne abbiamo tante (vedi lotta al cancro, cura di malattie rare, enti di assistenza ecc. ecc.). Però ci sono anche tanti che sono sensibili al problema della disabilità. Credo che si possa istituire una associazione di questo tipo che possa ricevere anche contributi statali. Bisogna mettersi a tavolino e studiare i vari step. E’ necessario accedere a dei database di persone che potrebbero iscriversi come soci fondatori oppure onorari versando una piccola quota annuale.

    • Ciao, i tuoi suggerimenti sono preziosi, mi fa piacere constatare la tua attiva partecipazione, si può creare il tiopo di associazione che tu suggerisci. In realtà mi sto informando sui requisiti legali per la registrazioen dell’assocaizione in Olanda. Ti chiedo indicazioni su come pubblicizzare la mia idea, al fine di trovare dei soci fondatori onorari che pagano dei contributi fissi annuali, cosi si parte già con un contributo fisso. Mi sto informando su come partecipare al Fondo Sociale Europeo in Olanda, ed altresi sto reperendo informazioni alla Camera di Commerico pe rla riegistrazione dell’associazione. Tra l’altro ho appena contattato un ragazzo esperto in progetti europei, mi servirebbe asistenza per la redazione del progetto dell’associazione, io non ho esperienza in questo campo, bisogna fare un buon progetto per poter accedere ai fondi europei. Ti ringrazio un sacco se hai dei suggerimenti non esitare a contattarmi.
      Un abbraccio e caro saluto.
      Arianna

  3. È una bellissima idea. Un ‘ottima opportunità per permettere ai ragazzi di realizzare i loro sogni e di perfezionare le conoscenze e competenze per costruirsi un futuro, nonché di fare un’esperienza di vita in un paese estero.
    Attualmente sono iscritta al terzo anno accademico pr3sso il Dipartimento di Scienze politiche all’Università di Bari. E sono interessata a fare un ‘esperienza estera in Germania ma purtroppo non esiste uno ‘sportello ‘ che offra informazioni inerenti le opportunità, le spese da affrontare e le agevolazioni economiche. Servirebbe proprio un ‘associazione che faccia da sportello informativo,anche online,per offrire tutte le informazioni e fare da ponte comunicativo con i Paesi Ue a tutti i ragazzi che vogliano intraprendere la bella esperienza di vita in un paese estero.

    • Mariagrazia
      Ciao, scusa il ritardo nella mia risposta. Ho apprezzato molto il tuo commento sei davvero molto gentile, ti ringrazio molto per i tuoi preziosi suggerimenti. Se hai altri suggerimenti non esitare a contattarmi nuovamente mi fa piacere avere un confronto attivo con le altre persone.. Ti ringraziohttps://blog.jobmetoo.com/wp-admin/#comments-form un sacco puoi condividere la mia idea con i tuoi amici, conoscenti. Sto cercando informazio ed aiuti per realizzare la mia idea dell’associazione. Grazie mille.
      Un caro saluto ed abbraccio.
      Arianna

  4. Come han detto gli altri mi sembra un ottima idea ; Mi han sempre insegnato anche sociologicamente che se si crea un network è piu facile allearsi per fare le cose ;e per vincere le battaglie . Comunque essendo al secondo anno di scienze politiche (in passato ho frequentato scienze informatiche sena laurearmi )avrei deciso anche io di fare un tirocinio in modalita internazionale ;ma non trovando lavoro in italia come faccio a trovarlo all estero ?
    Avrei voglia di svilupparmi per crearmi un futuro cosa che cdaesso come adesso non riesco a fasre ;anni fa mi s è impedito di aprire la partita iva per fare il developer di app mobile ;ho gia varie idee mella testa da anni ;ma non riescoi a metterle in pratica . Adesso sto maturando l idea di un blog dove si raccoglie le storiue di gente nella mia stessa situazione ;cioe disabili con tante idee ma senza la possibilita di realizzarle ;per mettere su chissa in futuro un qualcosa come un azienda che ricerchi e svluppi prodotti o/e software e servizi per disabili ;una cosa che sia a livello nazionale ;e che non sia i cooperativa ….. LIMITS LIKE FEARS ARE JUST OFTEN AN ILLUSIONS

LASCIA UN COMMENTO