borse di studio - Jobmetoo

Abbiamo già trattato in un altro post che riprendeva i dati dell’infografica Jobmetoo come la tecnologia (e l’accesso alla stessa) possa influire in maniera positiva sullo sviluppo delle competenze da parte delle persone disabili, come possa permettere loro di entrare in maniera agevole nel mondo del lavoro e come tutto ciò si rifletta in maniera positiva, in termini produttivi e di occupazione, nell’economia nazionale e internazionale.

Oggi apprendiamo che Oracle, gigante dei software gestionali, mette a disposizione delle borse studio per gli studenti disabili, in ambito IT, per un valore di € 8.000 per singola borsa di studio.

ict-disabili

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche richieste per accedere al premio indetto da Oracle:

  • essere uno studente ICT con disabilità
  • essere un cittadino europeo che si appresta, se non l’ha già fatto, ad iscriversi ad un corso universitario
  • avere un buon curriculum accademico (tradotto, avere dei buoni voti a scuola)
  • redigere una tesi che tratti di disabilità e tecnologia e come quest’ultima sia una soluzione innovativa nel momento in cui le persone disabili la utilizzeranno.

Le domande possono essere già inviate e si ha tempo sino al 1 Settembre 2015 per poterle consegnare all’indirizzo e-mail eaccessibility.scholarship@edf-feph.org

L’inizativa coniuga due temi molto attuali e che dovranno convivere sempre di più in futuro: la tecnologia, volano attuale dell’economia e motore del cambiamento e la disabilità, un esercito di persone pronte e desiderose di poter mettere in pratica le loro conoscenze e competenze.

Fonte: edf-feph

Condivisioni
Articolo precedenteCompiti delle vacanze
Prossimo articoloLa natura accessibile: un’area verde su misura per disabili
Laurea in Scienze Politiche, poi un quindicennio di lavori disomogenei e frustranti a causa della mia disabilità uditiva grave. Ero per tutti un "bravo ragazzo", ma al momento di affidarmi un compito gli stessi giravano le spalle. Finalmente, grazie ad un concorso pubblico, arriva il posto fisso a tempo indeterminato come amministrativo in una azienda sanitaria. Fui assegnato al front office ospedaliero, mansione del tutto incompatibile con la mia sordità. Dopo alcuni anni veramente sofferti, la decisione di dimettersi: una decisione adulta, consapevole, serena. Quindi la scelta di essere un imprenditore per far diventare impresa il binomio che nella mia vita non aveva mai funzionato: lavoro e disabilità. "Nulla su di noi senza di noi" non è solo lo splendido motto delle persone con disabilità, ma il messaggio di speranza che muove verso l' autodeterminazione.

4 Commenti

      • Vorrei poter cancellare il mio post per la web reputation ho trovato lavoro ora non sono più interesssato risultare nel Vostro portale!!! Ogni ricerca su internet del mio nome rimanda al Vostro portale e per motivi di privacy e altri che non sto a spiegare credo che ci sia una violazione sostanziale del diritto per favore cancellate tutti i miei dati e ad ogni ricerca non fate apparire il Vostro sito

        • Ciao,
          grazie per il tuo messaggio.
          Nessun dato inerente il profilo della persona registrata al nostro portale, compresi nome e cognome, sono presenti online o indicizzabili da Google.
          Solo se la persona ha scelto di rendere il profilo privato i dati sono riscontrabili online.
          Ad ogni modo puoi modificare la visibilità del tuo profilo accedendo al tuo account, così come puoi cancellare il profilo sempre accedendo alla tua area privata su Jobmetoo, nella sezione Privacy.
          Non esitare a contattarci in caso di dubbi.
          Grazie.
          Ciao.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here