Massa-carrara

Si terrà il convegno “Della Buona Prassi” a Massa Carrara il 20 Febbraio, questo evento verrà inserito nel Programma Fiera Balnearia&Tirreno C.T 2017 e Patrocinato dal Comune di Carrara giunto alla sua terza edizione. Questo genere di incontri è aperto al pubblico e ospita quest’anno circa 150 studenti delle scuole del territorio di Carrara.

“Adottare le buone prassi” è il tema di quest’anno e della Tavola Rotonda, l’intento è quello di divulgare una serie di buoni propositi mirati all’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali vigenti nei contesti marittimi e balneari” informa Pierangelo Tozzi, presidente dell’intera iniziativa. In questa manifestazione parteciperanno il sindaco di Pietra Ligure, Massimo Toschi (Delegato del Presidente Regione Toscana alla Disabilità), il quale può essere definito un ambasciatore di pace, una persona con disabilità che con i suoi mille viaggi nel Mondo e con il suo dialogo con i Grandi della Terra testimonia quanto una persona disabile sia in possesso di abilità che altri non posseggono.

Infine, per il secondo anno consecutivo interverrà Marco Carani, titolare di un’azienda, la Marco Carani Nautica “Yachting Service”, di servizi per la nautica da diporto da anni il quale illustrerà le finalità del suo progetto “Mare senza barriere”: “Mi sono chiesto perché non allargare gli orizzonti ad un turismo accessibile? […] Ho così deciso di adeguare la struttura sita nel Porticciolo Turistico di Villanova di Ostuni. In pratica, ho costruito “Euphoria” una barca alla portata di tutti perché il mio obbiettivo è di sensibilizzare l’opinione pubblica sui concetti della “progettazione per tutti” e sull’importanza dell’abbattimento delle barriere architettoniche, non solo urbane” afferma lo stesso Carani.

Tra un intervento e l’altro si farà riferimento anche al progetto “Bandiera Lilla”, presentato dal Comitato Promotore di Savona. L’utilizzo di questo contrassegno da parte delle strutture turistiche balneari ufficializza la loro accessibilità a favore delle persone con disabilità. Dal 2012 ad oggi gran parte dei lidi della Puglia e della Liguria hanno aderito a questa iniziativa, quando era ancora in fase di sperimentazione.

Spesso prendono avvio campagne finalizzate all’abbattimento delle barriere architettoniche urbane ma raramente vengono presi in considerazione gli ambienti sciistici o balneari che sono quasi tutti inaccessibili. Un ambiente inclusivo è un luogo al passo con i tempi e che permette un alto livello di ospitalità.

Condivisioni
Mi chiamo Andrea De Chiara, ho 30 anni e vivo a Milano. Da quando mi sono laureato in comunicazione presso l’università Iulm sfrutto la mia disabilità per divulgare informazione su questo tema. Per farlo svolgo l’attività di relatore, Videomaker e scrivo articoli per diversi portali. Infine sono intervenuto diverse volte in qualità di ospite su Radio Kristall, trattando trasversalmente questo argomento.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO